Archivi del mese: dicembre 2008

definire ciò che dovrei fare:

curb your enthusiasm

Annunci

i’m  crying to be

ricorda:

devi smettere di fare scommesse con te stesso. non vanno mai come vorresti, e se lo fanno non lo vorresti.

signora, giri la testa

signore, sorrida

e se, e se…

:)

nonostante mi dispiaccia, nonostante mi senta in colpa

nonostante sia qualcosa di voluto, nonostante i tentativi ci siano
ormai, con un sorriso ed un ronzio, sento
che non è

ma con un sorriso, perchè è normale, e capirò. proverò comunque, ma sento già tutto

dear diary, i want to tell my secrets

in questi giorni sono troppo legato a questo concetto di diario. uno si apre ed uno si chiude. le pagine giallastre testimoniano, e appoggiano.

ma devo andare avanti, no?
e se ormai Peki mi affascina così tanto un motivo ci sarà. 

tamburi e auto-tuner
streaming down my face
march! 

(ascoltando i sigur ros, che dall’inizio mi hanno portato alla fine, con Með suð í eyrum)

donaueschingen, chalet e carta da parati

in viaggio: piccoli pensieri scritti in sala, con kili e kili di neve fuori, circondato dal bianco -e da dolci. troppi dolci- e postati in casa (per essere coerenti con il titolo: in una casa trasformata in “casa in montagna” con la carta da parati bianca, simil-stucco). nella calda e afosa pianura padana. anche qui tra la neve.

bene

essere in casa, e sentire un continuo bisogno di viaggiare

(essere in viaggio, tra la neve e un cielo che sembra diverso, ed avere voglia di essere a casa, tra la gente che conosco e i mobili ormai così familiari)

essere comunque felice di essere lontano e tornare presto

sentirsi bene, perchè ti puoi permettere di non fare niente

male

sentirsi in colpa, perchè dovresti fare ben’altro

vergognarsi. di chi non devi, e per motivi probabilmente futili,

sentirsi isterici, voler far male.

edit: non è postato nella bassa padana, ma in un hotel qui in germania. dopo una grande, lunga cena. tra tanti piccoli addobbi natalizi.

sorrydi

che forse riesci a organizzare un po’ meglio il tempo. forse. ma oggi hai campato bene solo fino a metà giornata. dopodichè nulla totale.

ah, voglio diventare vegetariano. ne ho bisogno.

 

wild, sei la stElla del telefonino.

wild, sei la stElla del telefonino.