luci

quella sera milano significava per me ciò che ora new york significa. in spalla ad uno sconosciuto, tutte le famiglie camminavano, tra case e palazzi, tram e automobili. l’inverno degli anni 90 e un’idea di “casa” del tutto soggettiva. l’espansione del retroscena di goffman.

il traffico e gli snodi della tangenziale mentre perdiamo la strada a cui ripenso anni dopo conoscendo un bolognese su warcraft online.

una copia di un videogioco fatta male mi fa ricordare al loop triste di quella sera, al suono del game boy giallo e alle stazioni del tram di copenhagen.

tutto gira attorno alle luci sfocate, quelle rosse e gialle, e il buio nella città durante i pellegrinaggi serali senza meta.

ho un problema con gli uomini.

Annunci

Una risposta a “luci

  1. temo di avercelo anch’io. con gli esseri umani in genere, ma con gli uomini di più.
    basti pensare che cerco di conoscerli via last.fm XD ah le pretese.

    ah e non so cosa c’entri ma mi manca l’esperienza di vivere in una città che abbia una linea tramviaria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...