Archivi tag: friends

19/11/2009

listening to All is full of Love (live) by Bjork

7.45 di mattina.
L’autobus è pieno
Gente che va a scuola, gente che va a lavoro.
Tutto è ancora calmo e silenzioso,  tutti vogliono ancora riposare. I vetri lentamente iniziano ad appannarsi e qualche passeggero già sonnecchia.
Una ragazza (o forse dovrei dire donna) sulla trentina siede poco avanti a me, nella fila di fianco. E’ vestita bene, di nero e grigio. Ha un volto ancora giovane e un piercing minuscolo sul naso.
La osservo mentre gli archi di All is full of love si mescolano nell’aria.
Uno strano ombrello, in quello che sembra essere ferro battuto, con una stoffa argentata che si chiude in un vaporoso fiore, penzola di fianco a lei.
Ogni suo oggetto o atteggiamento la rende più bella di quanto realmente non sia.
I suoi capelli a caschetto neri, il viso piccolo e appuntito, mi ricordano mia cugina. Mi ricorda qualcosa che vedevo da piccolo, un’idea che mi ero fatto dell'”essere grandi”, una vita che vedevo nei telefilm che guardavano gli adolescenti del tempo, tra Friends e Daria.
Prende un piccolo specchietto grigio e inizia a mettersi un rossetto scuro -che sembra essere di muji, in una scatola trasparente- con dei piccoli colpetti sulle labbra, frettolosamente.
Mi da l’idea di una che appena arrivata a Milano correrà in ufficio, tra fax e e-mail.
I piccoli carillon e cristalli della canzone accompagnano i suoi gesti, e io continuo a guardarla sorridendo.
Forse perchè vorrei essere lei, forse perchè osservarla mi rende sereno.
Prende la sua borsa e ne tira fuori un basco in lana grigia, che immagino essere morbidissimo. Poi un Ipod nero e si mette ad ascoltare la radio, mentre io sento e mi ripeto “all is full of love”.
Tutto è così bello e calmo, e nessuno sembra accorgersene.
Forse dovrebbero solo imparare a guardare i colori e sorridere.
Forse è che spero sempre, in tutto.
E nonostante molte cose siano irrealizzabili, esse mi rendono felice.

it’s all around you

Annunci

look out the window // such pretty face

^^

Non so bene cosa dire.

Solo, sono molto felice. molto. preoccupato, felice, sorridente. canticchio damien rice, ascolto radiohead (!) e meshell ndegeocello.

La pioggia, e i tintinnii. Due giorni di pioggia, due giorni fantastici e strani. Un anno tra essi, un mese di notti fredde. e penso al canada.

Oggi ho ascoltato quattro volte drawing restraint. andando, aspettando, guardando e correndo. e le ultime volte ho skippato storm, soffermandomi su antartic return. I campanelli, il buio nel treno, io come un cretino a pensare al cielo, a tutto quello che ci copre. e alle novità

sento la neve, sento gli alberi verdi e teneri.

e mi viene da cantare
sanctus

pioggia, (libertà) e sole

Continua a leggere

≈ cambiamenti x3

stabilità x2

è bello risentirvi
(nonostante tutto)

è bello ridacchiare canticchiando little bit, è bello sentire di avere un’amica PAZZA che ride del suo tipo, ed è bellissimo sentirsi orgogliosi di lei

è bello sentirti, ridere, farmi consigliare e non sapere fino a che punto seguire i tuoi consigli, e fantasticare. ma non è solo fantasia, e certe cose mi sconcertano. non devi, e non devi lasciar fare. ma non so cosa puoi.

 

cambiamenti x1

è bello averti, finalmente. è pauroso averti, finalmente.

≠←, ?→

what else is there?

what else is there?

dediqué à ma petite meduse

ascolto gli psapp, e te li dedico. too kawaii

non lasciarti buttare giù da gente che non c’entra nulla con te.
piccola, fammi un sorriso^^

(secondo me ti invidia il culo)